Recensione “il tuo sorriso controvento (How To Disappear Completely) di Elle Eloise

Dreams

A voi la recensione del terzo volume della serie How to disappear comoletely di Elle Eloise

” Il tuo sorriso controvento “

 

 

Autore: Elle Eloise

Data: 4 Luglio 2017

Edizione: Delrai Edizioni

Genere: romance

Mi guarda come se non capisse cosa sta guardando, come se si chiedesse chi sono e cosa faccio qui, e questo mi fa ritrarre immediatamente. Ma la sua mano scatta sul mio braccio per trattenermi e riportarmi verso di lui. Senza alcun preavviso mi bacia stringendosi al mio corpo come se fosse l’ultimo appiglio che gli permette di non cadere nel vuoto. Cancella ogni mia volontà di ribellarmi, ogni residuo della forza che credevo di avere viene disintegrata da questo contatto che non ha nulla di tenero. Volevo questo bacio, lo agognavo da questa mattina quando mi sono svegliata da sola in una stanza che non era la mia. Ma in questo bacio non c’è spazio per l’amore: non c’è amore nel suo tocco, nell’egoismo della sua presa, nella tensione del suo viso.

Francesco Marras è affascinante, irresistibile e arrogante, il tipico ragazzo da cui una come Olivia Rocca dovrebbe stare lontana, ma è impossibile per lei evitare di incontrarlo: è il suo vicino di casa, dirimpettaio fastidioso e ingombrante. Lei non ha mai avuto una relazione, a malapena riesce a sostenerne lo sguardo di un uomo perché la mette a disagio, ma gli occhi di Francesco le parlano di malizia e desiderio , la fanno sentire donna quando non ha mai provato sensazioni simili, troppo timida per poter rispondere all’interesse maschile. Il sorriso e la confidenza di Francesco fanno breccia nel cuore di Olivia, già colpito da esperienze difficili, e la convincono a iniziare un viaggio incredibile alla scoperta dell’amore e di legami indelebili che segnano la vita passata e presente. Un On The Road per gli USA che la sconvolgerà e le farà capire che anche un ragazzo perfetto come Francesco può nascondere segreti e bugie.

 

Cos’è che definisce chi siamo? Cosa contribuisce a renderci unici, nella personalità e nell’anima?
Molti diranno la famiglia, l’estrazione sociale, l’educazione che riceviamo.
Sì, certo, tutto questo ha il suo penso, ma ciò che veramente plasma una persona è il suo passato.
Ciò che viviamo influenza la nostra vita, le nostre scelte. Un amore finito male ci farà diventare più cauti nelle successive relazioni, un padre freddo e assente ci creerà un vuoto in fondo al cuore che difficilmente potremmo colmare. La perdita di chi amiamo ci spezzera’ in due, ci dilaniera’ nel profondo, ci cambierà per sempre.
Ognuno di noi reagisce in modo diverso alle sfide della vita, alle tragedie, ognuno ha il suo personale modo per superarle.
Alcuni lottano senza abbattersi, traendo forza da loro stessi. Altri invece non hanno questa forza, semplicemente si lasciano sopraffare dal dolore. Smettono di vivere la loro vita, e incominciano a recitare una parte che non gli appartiene. Gli eccessi, l’alcol, le droghe ma anche le psicosi e le nevrosi, li aiutano ad andare avanti. O meglio a rimanere fermi allo stesso punto, portandoli sempre più a fondo nel baratro che è diventata la loro vita. Un abisso così oscuro e impregnato di dolore da non lasciargli via di scampo.
Dimenticare è tutto ciò che desiderano. Ma per loro è impossibile, anche se i loro ricordi sono calcerogeni, non fanno altro che alimentarli. Li rivedono, li rivivono sino alla sfinimento finché ogni più piccola parte di loro ne è satura.
Sentire la propria pelle estrania è atroce. Non riconoscersi allo specchio e rifiutare l’immagine che vedono, li fa sentire persi, smarriti. Non sanno come superare i loro traumi, alcuni non sanno nemmeno di averli, allora si autodistruggono sperando che, prima o poi, la loro vita giunga al termine. Perché solo con la morte tutto verrebbe scacciato, dimenticato. Solo con la morte la loro anima verrebbe finalmente liberata.
Capita però che a volte arrivi qualcuno, di inatteso, di inaspettato. Qualcuno così diverso da loro eppure così simile. Qualcuno che riesce a fare breccia nel loro cuore, che gli da una ragione valida per lottare, per riemergere dalla loro vita fasulla e vuota. Allora il cuore torna a battere, i colori tornano ad essere vivi, i sorrisi tornano su quei volti stanchi e provati. L’amore inonda le loro esistenze, portando vita tutto, sanando le ferie, guarendo le loro anime.
A volte basta avere la persona giusta che ti tenga per mano. Quella mano da stringere quando il passato torna e la vita è troppo paura.

Olivia parla davvero poco: ascolta, osserva, annuisce, ma parlare non è proprio il suo stile. Ha timore delle parole, come ha timore di me.

Francesco Marras ha tutto ciò che può desiderare un ragazzo di ventidue anni. È bello, ricco, ha una fidanzata stupenda e degli amici. Eppure basta un attimo perché il suo mondo, all’apparenza così perfetto, si sgretoli senza che lui possa fare nulla. Un errore, un tradimento manderà all’aria la sua relazione con Noemi, e lo gettera’ in una realtà completamente diversa.
Oggi Francesco è un uomo perso, spezzato dal peso dei suoi sbagli. Le sue debolezze lo tormentato, i sensi di colpa non gli danno tregua. Allora si isola da tutti e si rifugia nell’alcol. Annebbiare la sua mente, anestetizzare il cuore è tutto ciò che vuole.
Solo l’assenza di sua sorella gemella sembra destarlo dal suo stato di stallo mentale e fisico. Ma è solo quando incontrerà una sua vecchia compagna di scuola che il suo mondo subirà l’ennesimo scossone.
Francesco si aggrappera alla loro amicizia, ne trarrà  forza e coraggio per affrontare la sua vita.

Come posso misurarmi con una come lei? Io sono un cazzone, uno smidollato figlio di papà senza alcuna voglia di prendersi una cazzo di responsabilità, con l’abitudine di alzare il gomito non sole a le cose non vanno come dovrebbero andare: tutta questa merda non è roba per me.
Lei non è roba per me.

Per la prima volta sente di essere indispensabile per qualcuno, sente di poter essere di aiuto ad una persona che come lui sta cercando di sopravvivere.
Un viaggio negli Stati uniti lo metterà a dura prova, svelerà le sue debolezze ma anche i suoi punti di forza. Francesco dovrà fare i conti con i suoi sentimenti a lungo repressi, con i suoi ricordi e con verità di cui ignorava l’esistenza.
Questo viaggio ha un obbiettivo preciso… Eppure nulla andrà come previsto. Perché quando l’amore sboccia in un cuore spezzato, ciò che si crea è magia. Una magia imperfetta, forse. Una magia a volte distorta, ma comunque una magia che ti lascia senza fiato con le lacrime agli occhi.
Non conta essere perfetti, basta essere imperfetti insieme.

Olivia è invisibile. Sì nasconde dal mondo, dalla sua famiglia, da qualsiasi cosa possa creare scompensi nella sua maniacale routine. Vive le giornate in mondo uguale, ognuna è la copia di quella precedente. Non si concede di essere felice, non ci concede di godersi la sua giovane età. La tragedia che ha vissuto un anno prima ha messo fine a tutto. Ogni progetto, ogni sogno è andato in frantumi. E così anche lei…
Liv non ha un passato semplice. I suoi ricordi sono costellati di momenti bui, di dolore e lacrime. Ma lei non beve per dimenticare, lei ha scelto un’altra strada per autodistruggersi. Liv rifiuta ogni emozione, ogni contato umano. Lotta costantemente per non farsi sopraffare del senso di colpa, per non perdere anche gli ultimi brandelli della sua anima.
Un giorno però tutto questo cambia. Il suo vicino di casa, nonché ex compagno di scuola, entra come un tornado nella sua vita. Sì insinua, anzi si impone, nei suoi spazi. Non accetta un no come risposta. Piano piano Olivia si ritroverà a dover affrontare ciò che più teme, dovrà spingersi oltre i suoi limiti rischiando di andare in mille pezzi. Ma non sarà sola, avrà qualcuno al suo fianco. Qualcuno che crede in lei, che vede oltre le apparenze, che le scava dentro sino a raggiungere il suo cuore. Gli ostacoli saranno molti, forse troppi… Eppure per la prima volta Liv inizierà a credere, a sperare in un domani diverso. Un domani in cui potrà guardarsi allo specchio senza vergognarsi di se stessa e di ciò che fa.
Ma Oliva avrà la forza necessaria per affrontare i suoi demoni? Oppure saranno loro a sconfiggerla, questa volta per sempre?

“Mi stai fissando.”
Sento il suo ghigno, anche se non emette alcun suono, mentre si volta verso il monitor scuotendo la testa.
“No.”
“Sì, Olivia, lo stai facendo” mi corregge con un tono divertito.

Sono arrivata alla fine di questo romanzo con un groppo in gola, con la sensazione di aver letto qualcosa di unico e speciale. Ogni parola, ogni pagina si è insinuata dentro di me, mettendo radici, sfiorandomi il cuore. Questo libro non è solo una storia d’amore, sarebbe riduttivo definirlo così. Questo libro è un inno alla vita. Quella vita che ti ha tolto tutto, ma che a sorpresa è in grado di regalarti la cosa più preziosa di tutte.
Due anime spezzate, in continua lotta con loro stesse e con il mondo intero. Due anime così diverse, eppure così simili.
Ho odiato Francesco in “Tu che colori la mia ombra“, ma non avevo ancora capito nulla. Francesco va scoperto un po’ per volta. È unico, è forte ma allo stesso tempo così fragile che si avverte la necessità fisica di stringerlo tra le braccia e dirgli che andrà tutto bene. Le emozioni sono vere, intense, pure.
Vengono affrontati temi difficili e importanti, con classe e una sensibilità unica.
Ho adorato Olivia, soprattutto perché non è il classico personaggio femminile. Ha mille fragilità che non nasconde. È problematica, introversa, timida. Ma è anche una donna che ha vissuto l’inferno e ne è uscita. Una donna forte e coraggiosa, anche se non se ne rende conto. La sua crescita mi ha reso orgogliosa e mi ha commosso, così come quella di Francesco. Onestamente non so perché ma è come se questi personaggi fossero in po’ anche miei. Li sento nel cuore.
Elle Eloise ancora una volta mi ha regalato un sogno. Mi ha raccontato una storia difficile ma pura e bellissima. È maturata come scrittrice e questo si nota subito nello stile.
Posso affermate senza ombra di dubbio che questo è il mio romanzo preferito della serie.
Preparatevi a vivere un viaggio intenso e devastante. Olivia e Francesco vi faranno vivere una favola. Ma non aspettatevi quella classica, perché qui non troverete un principe azzurro e nemmeno una principessa. Qui troverete due anime perse che lotteranno con tutte le loro forze per vincere le loro battaglie. Insieme, uniti, forti.

A voi le tappe

[Voti: 2    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*